SOLOMOSTRY
Selezione Naturale
A cura di Martina Corbetta

Date: 22 giugno, 2019
Inaugurazione: sabato 22 giugno 2019, h.18.00

Solomostry, artista milanese, graffitaro di origine, affonda le sue radici nella vita di strada e comincia molto presto a produrre i suoi mostri: sagome a metà tra figure animali e forme oniriche. Per creare queste silhouette Solomostry si serve di colori puri, senza sfumature, utilizzando linee marcate, che divengono le protagoniste dell’opera. Queste maschere mostruose si fanno interpreti delle impressioni, delle inquietudini e degli eccessi presenti nella sua – e forse anche nella nostra – vita di tutti i giorni.

Ed è proprio dai mostri – come li chiama l’artista – che ha inizio il percorso artistico di Solomostry e così anche il nome. Queste immagini mostruose sono entità che si impossessano del nostro io interiore e che ci incoraggiano a fare cose di cui siamo spaventati. Sono sentimenti potenti e inarrestabili, impattanti, emozioni pure che vogliono rappresentavano l’animo di chi si sente giovane e ribelle. Mostri, dunque, diversi nella fattispecie, ma tutti uniti verso un unico scopo, accompagnare e avvolgere lo spettatore donandogli una forza sconosciuta per farlo sentire invincibile e pronto ad affrontare quello che gli aspetta dal suo cammino.

Crescendo, il tempo ci mette davanti a situazioni che ci portano a dominare sentimenti, emozioni, turbamenti, in maniera sempre più contenuta e sistematica. Ci costruiamo armature per essere pronti in ogni situazione a non far capire quello che è il nostro vero io.

Selezione Naturale è una riflessione personale dell’artista, un indagine su sé stesso, su quello che vive, che porta avanti, giorno dopo giorno. Selezione Naturale è sensibilità ed emozionalità. Il pensiero di questo corpo di lavori è come una raccolta di ricordi racchiusi in un unica storia. Selezione Naturale è un contenitore in cui l’artista immagazzina memorie che vengono rappresentate attraverso gesti impulsivi cercando al tempo stesso un assetto. L’ artista sembra – in effetti – riuscire a domare queste entità inarrestabili, dimostrando maturità e consapevolezza di una crescita personale.

Nella realizzazione la rotazione continua del quadro è la ricerca di un equilibrio da ogni punto di vista. Processo che diventa metafora personale su come le esperienze e il trascorso del passato, si fondano internamente in un corpo unico che alla fine è il nostro.

Solomostry
Selezione naturale II, 2019
Tecnica mista su tela
100×100 cm

This post is also available in: Inglese