LAURINA PAPERINA

Stay at home and enjoy the sun, aprile 2020

LAURINA PAPERINA

Stay at home and go out for a walk with your dog, aprile 2020

LAURINA PAPERINA

Stay at home and wait for mutation, aprile 2020

LAURINA PAPERINA

Stay at home and workout hard, aprile 2020

PATRIZIA NOVELLO_Milan, 1978

… Quel giorno che ci siamo incontrati, per esempio, è una svolta, come piume grigiastre arruffate, soffici e sconvolte, compenetrate, entropiche e dense. Il tempo è inarrestabile. Il tempo si pone sempre nel mezzo di un incontro, di un momento, di un giorno esatto in cui qualcosa di importante arriva nella nostra vita. Qualcosa inizia, qualcosa nasce, in un posto particolare …

Prodotto da Nicolò Valsecchi

DANIELA NOVELLO_Milan, 1978

… Le opere scultoree di Daniela sono sigillate in un silenzio rigoroso, inevitabile e definitivo. Ha una predilezione per il piombo. Lo modella come ha fatto Efesto con il bronzo. Altrove, scopriamo la fragranza porosa del calcare che modella come pane, con pangrattato, alveoli, crosta e lievito. Qui, vista e tatto si incontrano in forme precise con ricami incisi con il dettaglio lenticolare di un antico orafo. I fiori orientali sull’abito tubino femminile, senza maniche e spensierati, sono contraddetti dalla severità del colore. Non è disponibile per accartocciare …

Prodotto da Nicolò Valsecchi

SEVEN DEADLY SINS
Laurina Paperina

December 2018

… Tutti gli elementi distintivi di Laurina si trovano in un’unica grande opera, il suo più grande progetto: The 7 Deadly Sins (Envy, Sloth, Lust, Gluttony, Avarice, Wrath and Pride). L’artista ha lavorato alla sequenza per 8 mesi. Ogni tela, che misura 145×125 cm, rappresenta uno dei peccati e ognuno di essi è la prova di uno studio preciso e raffinato. All’interno delle sette tele troviamo riferimenti ispirati ad ogni aspetto del nostro tempo. Arte contemporanea – Love, di Maurizio Cattelan – arte moderna – Le déjeuner sur l’herbe di Manet – politica – Donald Trump – cinema – Pulp Fiction – televisione – Game of Thrones – e 11religion – Papa Francesco – possono essere tutti considerati fonti di ispirazione per l’artista. Laurina Paperina, l’artista, cerca di esprimere il suo punto di vista sul mondo, riunendo figure diverse …

ELISA BERTAGLIA_Rovigo, 1983

… Bertaglia è come le sue opere: non sembrano così complesse se non le conosci. Tuttavia, è sufficiente una seconda occhiata per cogliere suggerimenti che si ancorano all’immaginazione dello spettatore. I suoi dipinti e disegni parlano chiaramente: sono labirinti densi di forme e segni ambigui enigmatici. Alcuni sono leggeri – come quelli in grafite che passo dopo passo consentono al beneficiario di scoprire figure sempre più piccole ed elaborate – altri realizzati con colori ad olio sono più tangibili nel materiale e nello sguardo …

Prodotto da Patrick de Lorenzi

LAURINA PAPERINA_Rovereto, 1980

… Laurina Paperina si descrive come un’anatra con una testa umana che non vuole fare arte seria. Gran parte della produzione di Laurina riguarda la rappresentazione di un immaginario caricaturale di eroi contemporanei, icone degli anni ’80 e ’90. Attraverso i suoi personaggi, in stile cartone animato e l’uso dell’ironia, l’artista analizza mondi come l’arte, la politica, la religione e la cultura pop, riflettendo sulle esigenze del mondo di oggi …

Prodotto da Patrick de Lorenzi

LUCA MOSCARIELLO_San Giovanni in Persiceto, 1980

… Come Perec, Moscariello vuole soffermarsi sulla dimensione del tempo, intesa come un frammento durante il quale catturare i segni di una realtà in continua evoluzione. Ecco perché si concentra anche sui dettagli più irrilevanti e cerca costantemente scrupolosità, che emerge dalle sue opere. Allo stesso tempo, non c’è l’ambizione di addentrarsi nell’abisso del manierismo compositivo. La combinazione degli oggetti (eterogenei a prima vista) sulla superficie del dipinto non è ispirata dall’attenzione ai dettagli, ma dalla consapevolezza che la forza visiva può essere trovata nella superficie, nell’aspetto, nella scomparsa e nell’evanescenza …

Prodotto da Patrick de Lorenzi

GIACOMO MORELLI_Como, 1995

… Le opere di Giacomo Morelli descrivono ciò che la natura e l’arte sono quando i due interferiscono l’uno con l’altro, causando un cortocircuito quasi insormontabile tra l’uno e l’altro. Questo limite viene mostrato immergendo le radici degli alberi nel cemento fresco, la natura imprigionata dal lavoro dell’uomo, antropizzata e colorata come se fosse un prodotto di design industriale, ma allo stesso tempo valorizzata e posta su un basamento come una scultura classica , una combinazione della torsione verticale dell’Apoxyòmenos di Lisippo e l’estensione orizzontale del Galata Morente di Epigonus. Il fatto che nell’opera di Morelli scompaia la figura umana sembra avere poca importanza, tronchi e radici, tuttavia, ricordano agli osservatori attenti posizioni e caratteristiche umane, contorsioni e azioni …

Prodotto da Patrick de Lorenzi

NURIA MORA
Noa Noa Art Residency, Bali 2018

… Per la vivacità espressiva del segno, per la combinazione di diverse tecniche dalla pittura murale alla pittura, dal collage all’installazione. L’artista dimostra uno stretto legame con la città, arrivando dal mondo dell’arte urbana, e nel frattempo mostra un interesse per il paesaggio, citando elementi naturali nelle sue opere. Nuria equilibra materiale e forma, creando un proprio lessico in cui l’astrazione diventa fisica …

Prodotto da Alyona Simonova

PAUL WAKERS
Noa Noa Art Residency, Bali 2018

… Per la semplice poetica basata sulla rappresentazione di elementi che l’artista vede e memorizza. Gli oggetti diventano soggetti. Paolo, attraverso il processo pittorico, rende confuse, caotiche tutte le cose familiari, i piani vengono scomposti e creano nuove visioni, illusorie ma allo stesso tempo possibili. Gli aspetti compositivi non sono trascurabili, mettono in luce un quadro maturo ed equilibrato, dove spiccano elementi come piante, carte, tracce di un vivo interesse per l’ambiente …

Prodotto da Stefano Bergamaschi

COUNTDOWN
Solomostry

Febbraio 2018

… Se il conto alla rovescia rappresentava per la prima volta l’istante prima di attraversare il cortile, quel momento prima di entrare nel deposito dei treni destinato ad essere il luogo di origine dell’atto artistico sovversivo, ora il conto alla rovescia diventa una stanza in cui lo spettatore è il protagonista principale. La pura adrenalina, la linea sottile che separava il giorno dalla notte, la rivelazione di dettagli sconosciuti di un mondo parallelo in cui ci si sente liberi, è ora racchiusa in una piccola stanza in cui l’installazione di due minuti è composta da un’alternanza di due luci , un bianco – la luce della realtà quotidiana – e un magenta – la luce del mondo stesso dell’artista. Quindi, il Conto alla rovescia è un conto alla rovescia senza fine, che ci accompagna verso una nuova fase, un nuovo ambiente …

Prodotto da Stefano Bergamaschi

A STORY
Deso Broken Fingaz

Ottobre 2017

… The Broken Fingaz Crew è uno dei più noti collettivi di graffiti israeliani all’estero. I quattro residenti di Haifa – noti con i loro nomi d’arte Tant, Deso, Kip e Unga – hanno murali pop-art freschi e innovativi dipinti a spruzzo in Europa, Nord America e Asia …

Prodotto da Stefano Bergamaschi

LE MUSE DEL MURO ROSSO
Stikki Peaches

Ottobre 2017

… Qualche mese fa Stikki Peaches ha trascorso due settimane in Italia per ispirarsi e conoscere la cultura del suo paese di origine. Bologna è stata la prima tappa. La maestosità architettonica, è Piazza Maggiore fiancheggiata da portici ad arco, caffè, strutture medievali e rinascimentali come il Municipio, la Fontana di Nettuno e la Basilica di San Petronio. Tutta questa bellezza mescolata con l’atmosfera urbana degli abitanti di oggi e degli studenti provenienti da tutta Italia e dall’estero che perseguono i loro studi nella “Città Rossa”, lasciando il segno e i messaggi su queste pareti sfaldate di terracotta aggiungendo storie di secoli. Questo nuovo corpus di opere si ispira a Bologna e nasce a Milano, con l’aiuto e il supporto di Martina Corbetta …

Prodotto da Stefano Bergamaschi

AGOSTINO IACURCI
Noa Noa Art Residency, Bali 2017

… Per il suo linguaggio artistico che è lineare e pulito, essenziale e rigoroso. Per la versatilità delle sue opere dalla pittura murale alla scultura fino alle tele …

Prodotto da Alessio Saraifoger

FEDERICO TOSI
Noa Noa Art Residency, Bali 2017

… Per l’eleganza del segno grafico, dettagliato e penetrante, e la sua attenzione per la sostanza …

Prodotto da Alessio Saraifoger

MONEYLESS
Noa Noa Art Residency, Bali 2017

… Per l’energia espressiva del suo marchio fatto di forme geometriche e colori forti…

Prodotto da Alessio Saraifoger

RICKY LEE GORDON
Noa Noa Art Residency, Bali 2017

… Per la natura monumentale della sua pittura murale e la qualità pittorica della realizzazione. Per il suo spirito comune e l’atteggiamento positivo nei confronti delle diverse culture …

Prodotto da Alessio Saraifoger

STREET MEMORY

Giugno 2016

Prodotto da Achille Mauri

LOVE ME MONSTER
Lucas Beaufort

Luglio 2015

… Rue James Grant Milne è la strada dove è cresciuto e il posto di un bambino con una mente brillante. È lo scenario in cui mostri, figure dell’immaginazione surreale si animano in modo chimerico e illusorio. Spaventato, ma allo stesso tempo affascinato dai film dell’orrore di Sam Raimi – Samuel Marshall Raimi, famoso regista di Ghost House e Spider Man Series -, Beaufort è il regista della sua immaginazione. È tormentato da creature che vivono nella sua mente e attraverso linee sottili e continue soddisfa il suo desiderio e il bisogno di creare i suoi mostri. L’essenza delle figure va oltre l’illusione e diventa reale …

Prodotto da Achille Mauri

This post is also available in: Inglese